SEMETERAPIA
Le vostre esperienze


La semeterapia sta diventando un fenomeno di tendenza, specialmente tra i ragazzi che sono meno influenzati dai tabù sessuali di un tempo e amano sperimentare i comportamenti che escono dagli schemi preordinati.

In questa rubrica vogliamo dare spazio alle vostre esperienze, alle vostre storie; come avete cominciato a praticare la semeterapia? Che risultati avete ottenuto? Inviateci i vostri commenti, e tutto il materiale che ritenete possa essere utile per la pubblicazione. Grazie.


Donna sposata di 39 anni

Vi voglio mandare la mia testimonianza. Sono una donna sposata di 39 anni.
Da circa un anno soffrivo di una caduta dei capelli esagerata.
Ho speso una cifra considerevole in lozioni e integratori senza risultati.
Poi su consiglio di una mia amica ho provato con la semeterapia. Incredibile! In tre mesi la caduta si è dimezzata ed ora (circa 6 mesi) praticamente scomparsa.
E gratis!
In più sto molto meglio e l'intimita' di coppia con mio marito e' cresciuta alle stelle!
Prima lo facevamo ogni 15 giorni se andava bene, adesso almeno due alla settimana.
Grazie semeterapia!! La consiglio a tutti!! (per favore non mettete il mio nome)
lettera firmata
Una coppia di Bologna

Siamo una coppia di 40 e 37 anni di Bologna. Abbiamo deciso tardi di avere un figlio e quando abbiamo provato non ci riuscivamo. Dopo un anno di tentativi inutili abbiamo cominciato la solita trafila dai dottori, esami del sangue, spermiogrammi, ecografie eccetera.
Poi sono cominciati i farmaci ormonali e gli integratori, ma niente da fare.
Come ovvio ci siamo informati su tutto e siamo diventati espertissimi, quando abbiamo scoperto la semeterapia abbiamo deciso subito di provare, non ci costava nulla! Dopo tanti soldi spesi in visite e medicine!!
Ebbene tempo cinque mesi la gravidanza e' arrivata! Abbiamo continuato la semeterapia anche durante la gravidanza per i benefici contro la nausea e la preclampsia, ed e' andato tutto benissimo. Ora è diventata una buona abitudine salutistica. La consigliamo a tutte le coppie che come noi hanno avuto difficoltà.
Ciao!!



L'esperienza di Giulia

Sono sempre stata convinta sostenitrice dell'alimentazione della medicina naturale.
In particolare, non viene fatto cenno al fatto che gli spermatozoi sono ricchi di energia vitale in quanto costituiti da elementi ad alto valore biologico e nutritivo ma soprattutto sono dotati di vita propria e capacità di genesi (cioè capacità di dar vita a nuovi individui umani). Il flusso convergente di spermatozoi attraverso l'apertura vaginale (verso l'utero) e attraverso la bocca (verso lo stomaco), determina una sinergia dinamica che si esplica con una benefica fonte di calore ed energia nel corpo materno. Chi fosse interessato ad approfondire l'argomento può trovare varie pubblicazioni oppure può rivolgersi a medici specialisti naturopati/omeopati. La medicina convenzionale non prende in considerazione questa pratica e non esistono dati sperimentali per ovvi motivi.
Per quanto riguarda la mia esperienza, per l'incapacità di rimanere incinta dopo 3 anni di tentativi, mi sono rivolta ad un medico naturopata/omeopatapa che aveva già aiutato un'amica. Da aprile 2010, ho iniziato la pratica della seme-terapia associata a una dieta specifica, ad integratori alimentari e ad attività psico-motoria. Dopo 7 mesi di questa terapia, con grande felicità, sono rimasta incinta. Sicuramente il successo della terapia non è imputabile unicamente alla semeterapia, ma all'insieme di alimentazione corretta e attività psico-fisica. La semeterapia consisteva, molto semplicemente, nel periodo di maggior fertilità, il rapporto è quello classico mentre nelle settimane precedenti e successive il rapporto è orale. Ho da sempre praticato la fellatio a mio marito, solo occasionalmente con leggera ingurgitazione e passare ad un'ingurgitazione completa e sistematica non è stato certo facile, insomma non è proprio come bere l'acqua che sgorga da una sorgente, ci vuole un po' di pratica per mettere a punto il sistema migliore. Il medico mi ha consigliato di proseguire la terapia per tutto il periodo della gravidanza, avendo effetti benefici sul feto. Alcuni consigli pratici:
1) anche se è più semplice, conviene evitare la raccolta in un bicchiere e di bere successivamente perché fa schifo e perché si perde un po'l'effetto benefico; conviene deglutirlo rapidamente, infatti va giù da sé, una volta imparato la tecnica, assecondando il ritmo dell'eiaculazione; in questo modo, l'ingurgitazione è sequenziale alla fellatio ed è legata all'eccitazione e ha maggiori effetti benefici
2) il partner deve essere assolutamente sano e pulito (altrimenti gli spermatozoi sono veicoli di infezioni)
3) evitare che il vostro partner assumi, nelle 24 ore precedenti l'ingurgitazione, alimenti o bevande che trasmettono un sapore sgradevole (vomitevole) allo sperma; quindi evitare: cavoli, cipolle, asparagi, sughi aromatizzati, liquori; preferibili cibi e bevande neutre: pane, pasta condita con olio extravergine di oliva, acqua.
4) il partenr accoglierà con grande entusiasmo la novità, ma ben presto si accorgerà di "essere stanco e di non aver voglia" ma dovete ricordargli che è una terapia e dovete smuoverlo dal divano.



L'esperienza di Francesca

Mi chiamo Francesca, ho 26 anni, sono italiana ma vivo a S. Francisco dove insegno ginnastica aerobica. Ora sono in Italy!!!
Sono fidanzata con un uomo con il quale vivo un rapporto bellissimo ed aperto. Nella sua pienezza, vivo il sesso da circa sette anni ma mi sono avvicinata ad esso sin da quando ero quattordicenne proprio con le pratiche orali di cui oggi sono grande cultrice. Sono cresciuta in una famiglia (bellissima) guidata da due genitori meravigliosi, incalliti praticanti di scambismo, nudismo e naturismo estremo. Tra noi (due sorelle ed un fratello) e loro c’è pochissima differenza di età (la mia mamma ha 42 anni) e questo ha ulteriormente contribuito alla nostra educazione, alla nostra apertura mentale e, per fortuna, alla nostra lampante disinibizione.
Tra le mie passioni, c’è quella accentuata (forse smisurata ma non vorrei mai che non fosse così) per il seme maschile di cui sono golosissima. Mi piace praticare tantissimo sesso ma nelle sue forme più sane e caratteristiche e direi che l’assunzione di crema maschile è la mia primissima esigenza: ne sono semplicemente ghiotta: non ci sono altri termini.
In Italia avevo i miei partners ed i miei solidi canali ma qui le possibilità di reperimento di seme sono infinite. Il mio aspetto poi mi aiuta e l’opportunità di bere sperma in grandissima quantità non mi manca. Adoro addirittura coccolarlo: posseggo ad esempio uno strumento in cristallo (disegnato e fatto fare appositamente), il quale consente di raccogliere comodamente il seme in quantità: una sorta di recipiente a forma di cilindro smussato con un imbutino ad una estremità dentro il quale la panna dell’uomo può essere schizzata e di conseguenza raccolta; il cilindro può essere impugnato o anche inserito comodamente in vagina: ciò consente la perfetta conservazione della temperatura originale del seme e la deglutizione nel suo stato ideale (che reputo che sia quello in cui si trova non appena è stato espulso). Questo calice è perfetto nelle pratiche di gruppi di media dimensione, dove la presenza di uomini non è eccessiva ma comunque significativa.
Ecco..., io mi sento molto sicura di ciò che faccio ma, tra le righe del vostro sito, ho letto qualcosa che mi ha lasciato molto perplessa e che mi ha fatto sentire non perfettamente a mio agio. Si tratta di questo: voi consigliate una quantità di assunzione di seme maschile che corrisponde al mio personale fabbisogno quotidiano. Sinceramente, assorbo da due a cinque eiaculazioni di sperma al giorno..., io non scendo mai sotto questa soglia (il mio fidanzato, solo lui, ha esigenza di liberare il suo latte circa tre volte ogni due giorni, tra l’altro fiotti di seme numerosissimi): in ogni caso, ci sono serate dove la cifra incrementa non poco, che pensare? Leggo di nausea..., ma..., in quanto all’assunzione di seme in un giorno..., sono arrivata a numeri che non vi scrivo perché troppo poco credibili e... si..., in quel caso ho avuto problemi anch’io... (a stomaco vuoto) ma parliamo di numeri a due cifre che sono un po’ diversi da quelli che leggo nel vostro fantastico sito... Ecco, diciamo che trovo invece molto confortanti le immagini delle ragazze che sorseggiano il seme con il calice ben fornito...
A proposito, io non credevo che esistesse un sito come questo. E’ semplicemente meraviglioso, sono stupita... e poi non sapevo della semeterapia, o meglio..., ero sicura che la linfa maschile avesse proprietà straordinarie ma è sempre stata una mia convinzione, mai precedentemente riscontrata in via ufficiale o ufficiosa! Che meraviglia!! .
Per ritornare al punto..., volevo chiedervi se nel lungo periodo possono esserci problemi, questo è il mio ritmo da anni! Io mi sento perfetta ed in grande forma ma comunque... ci sono rimasta un po’ così così...
Fatemi sapere!
Francy




L'esperienza di Paolo

Sono Paolo e vi racconto la mia prima esperienza sul tema. Ero fidanzato con una ragazza da circa un mese e facevamo sesso tranquillamente con le dovute precauzioni. Una sera mi chiese di andare al solito posto ( lei era indisposta ) ed io pensavo che avesse voglia di stare così tranquilli a guardare la luna d’estate. Invece una volta giunti nel posto iniziò ad accarezzarmi delicatamente e mi chiese se poteva farmi un fellatio. Io gli dissi di si e iniziò delicatamente a prendermelo in bocca con una passione e dolcezza indescrivibile. Non avevo mai provato una cosa del genere anche perché lei aveva la bocca piccola perciò lavorava molto con la lingua. Era un roteare meraviglioso, poi lo prendeva quel tanto che riusciva a fare entrare. Io non è che sia un superdotato (24 cm. ) però più di tanto non riusciva a farlo entrare; insomma solo la punta. Aveva la bocca che emanava un calore immenso. Me lo insalivava e con la manina me lo stantuffava. Quando stavo per venire si fermava, e poi ricominciava: Continuò così per molte volte tanto che io pensavo: quando vengo schizzerò dappertutto. Premetto che io essendo un atleta ed in particolar modo un podista, e assumendo sostanze quando mi alleno come la creatina, aminoacidi, e maltodestrine, mi capita che dopo un allenamento di circa 10Km torno a casa eccitato e ho notato che dopo aver fatto sesso il mio seme è molto denso ( poco acquoso avendo consumato molti liquidi ) e bianco e i fiotti sono nell’ordine degli otto schizzi con un piacere fortissimo. Così gli dissi porgendogli una asciugamani che tenevo in macchina dato che era il mese di luglio: quando vengo tieni questo a portata di mano. Ma lei mi fece segno di no!!! E allora?? Venni come un cavallo!!! Era un pulsare interminabile! Non avevo mai provato un orgasmo così forte!! Ingoiò il mio seme tutto sino all’ultima goccia!! Mi fece i complimenti e mi disse che il mio seme era di un sapore particolarmente buono, simile alla pappa reale, un po’ aspro ma dolce nello stesso tempo. Tutte le volte che mi fa una fellatio, ancora oggi, dice che il sapore è quasi sempre lo stesso cambia solamente il sapore dolciastro; ma gli piace sempre di più! Il problema per noi uomini è quello di baciare in bocca la lei dopo che ha fatto una fellatio con l’ingoio. Io lo faccio sempre e devo dire che lo faccio con molto piacere. Incrociare la lingua di lei e assaporare il mio seme non mi schifa per niente.



L'esperienza di Martina

Ciao mi chiamo Martina e ho 26 anni. Pratico la semeterapia da circa 10; per la verità non sapevo nemmeno che esistesse la semeterapia, ma visto che facevamo l'amore in macchina, per evitare di sporcare i sedili quando lui veniva io bevevo tutto facendo attenzione a non far cadere neanche una goccia. A me piaceva e a lui anche.
Vi assicuro che io sono sempre stata benissimo, come un pesce (non mi prendevo mai nemmeno un raffreddore). Poi qualche mese fa una mia amica a cui avevo confidato la mia passione per quella cosa li mi ha detto che ero matta e che poteva farmi male. Io devo essere sincera che mi sono un po spaventata e ho smesso di berla... dopo neanche un mese mi sono beccata una tonsillite gigante che mi ha costretta a prendere antibiotici per 15 giorni. poi ho anche cominciato a perdere più capelli del normale. Allora ho pensato che forse la mia amica ne sapeva meno di me e ho fatto delle ricerche su internet e per fortuna ho trovato il vostro sito che mi ha dato tutte le risposte che cercavo. Grazie!
Ho ripreso a fare come prima e adesso sto bene di nuovo. Viva la semeterapia!



L'esperienza di Cecilia

Ciao mi chiamo Cecilia e ho 23 anni, volevo farvi i complimenti per il sito che è molto bello ed educativo e per fortuna che l'ho scoperto. La mia prima esperienza risale a 10 anni fà quando ero a casa di una mia amica per fare i compiti, abbandonammo molto presto l'intensione di farli perchè trovammo una cassetta porno nel cassetto della scrivania di suo fratello, la guardammo fra risate di vergogna e malizia e molta moltissima curiosità. Tutto andò liscio e continuammo a guardarla per quasi una settimana fino a quando matteo il fratello quindicennedella mia amica ci beccò.Io mi sentii scomparire mi avevano trovato a vedere un porno AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOO. Lui la tolse e la portò via senza dirci niente. Io e la mia amica eravamo rosse come 2 peperoni e nel panico totale che lo andasse a dire in giro. Passato il tutto dopo circa 10 giorni in cui oltre allo studio parlavamo e ci domandavamo ancora cose della cassetta elena, la mia amica, mi disse che aveva fatto sesso orale con il fratello, io non ci credevo pensavo che mi dicesse solo balle perchè sapevo che non aveva il coraggio di farlo anche se suo fratello era ed è molto carino. dopo circa 3 mesi che mi raccontava che faceva sesso orale quasi tutti i giorni le disse che la volevo vedere. organizzammo la cosa, mi nascosi in camera sua e aspettai che tornasse con il fratello. incredibile si sdraiarono sul letto e cominciarono a baciarsi e toccarsi fino a che lei glielo prese in bocca. io mi sentii gelare era tutto vero lo stavo vedendo con i miei occhi. Dopo qualche minuto quella bastarda disse "ceci hai visto che non dicevo cazzate?" io rimasi di sasso mentre matteo non ci capiva niente e fino a quando ele non mi fece uscire dal bagno. mi vergognavo come un ladra ero di tutti i colori avevo appena visto la mia migliore amica fare sesso orale con suo fratello e in più avevo visto un pisello per la prima volta dal vivo. SHHHHOOOCCCCCKKKK tremendoooooooooooo. Feci per andarmene ma quando raggiunsi la porta mi sentii tirare per un braccio era matteo che mi pregava di rimanere, anche se non volevo fare niente ma almeno a guardare. io accettai e dopo un pò che loro ricominciarono sentivo la voglia di fare qlk ank'io. matteo mi vide e mi disse "perchè non continui te?" io annuii mi inginocchiai ai suoi piedi aprii la bocca e chiudendo gli occhi lo feci entrarecon delicatezza e imbarazzo,non feci molti movimenti con la lingua mi limitavo solo ad adnare su e giù con le labbra molto strette, sentivo il suo coso pulsare nella ia bocca e ne ero fiera e fra me e me pensavo "non è poi così male" andai avanti per circa 3 o 4 minuti e poi sentii un forte getto colpirmi il palato e scendermi in gola. avevo bevuo un pò del suo succo e mi era piaciuto infatti non lo mollai fino all'ultima goccia. quando smisi lui mi disse "ti è piaciuto?" io non avevo il coraggio di guardarlo negli occhi dissi solo un timidissimo si. lui uscì dalla stanza e quando rimanemmo sole ele mi disse "wow io non l'avevo mai bevuta che sapore ha?" io le feci una timida descrizione e le dissi "è buono". ci mettemmo a ridere e dopo un pò andammo via. Fu il mio primo pompino e per di più con ingoio mi sentivo molto "maialina". Adesso ho raffinato molto la mia pratica orale e in tutte le occasioni mi faccio venire in bocca e poi mando giù, è diventata come una droga per me ne sono veramente golosa. Ecco questa era la mia storia. P.S. se mi volete mandare consigli o ricette fatelo al mio indirizzo grazie e aspetto vostre notizie. Comunque vi consiglio di assaggiarla mescolata all'estathe. merita moltooooooooo. Grazie mille baci e saluti a tutti.



L'esperienza di Luigi

Ciao mi chiamo Luigi ho 36 anni e sono di Livorno. Innanzi tutto vi faccio i complimenti per l'argomento trattato e vi prego andate avanti così. Ma veniamo al mio problema che è diventato quasi un'ossessione. Faccio anche una piccola premessa, lo so che probabilmente la vostra risposta avrà un esito negativo, ma io ci provo lo stesso perché come si dice la speranza è sempre l'ultima ha morire. Io cerco di vivere la mia sessualità molto apertamente e forse anche un po' trasgressiva, ma il mio punto di vista è che il sesso al contrario di come di solito si dice è un cosa molto importante e quindi mi va bene così anche se è un po' dura costruire un rapporto con una ragazza con quello che sto facendo con il sesso in questo momento.
Siamo un gruppo di amici (4 ragazzi e 4 ragazze) e facciamo sesso di gruppo. Abbiamo iniziato per caso facendolo anche in maniera un po' semplice che non dava molte soddisfazioni ma piano piano abbiamo appreso una certa esperienza e siamo arrivati a passare delle magnifiche ore di sesso molto intenso. Da un po' di tempo le ragazze hanno voluto provare a ricevere lo sperma in bocca(noi ragazzi non aspettavamo altro) con esiti molto positivi perché anche se all'inizio erano un po' disgustate, poi hanno trovato la cosa molto piacevole ed eccitante e adesso tutte le volte che lo facciamo desiderano sempre questa cosa.
E qui purtroppo sono iniziati i miei problemi perché mentre i miei compagni hanno delle eiaculazioni che oserei addirittura definire violente, nel senso che lo sperma esce con potenti getti e la quantità è decisamente tanta (a volte mi soffermo a guardare e ho contato anche più di 10 getti), a me questo non succede perché non ci sono getti e escono solo poche goccioline di sperma. La cosa causa de problemi perché a causa di questo, vengo sempre messo un po' in disparte le ragazze rimangono infastidite da questo e io mi sento escluso dal gruppo.
Anche se mi vergognavo un po' mi sono informato, ho chiesto in giro, ho parlato anche con dei miei amici dottori, ma mi sento sempre ripetere la stessa cosa cioè che non ci si può fare niente e comunque la quantità è sufficiente a svolgere il suo compito vero e proprio. Io vi chiedo se magari ci fosse una soluzione alla quale magari nessuno aveva considerato e che magari varrebbe la pena di provare perché questa cosa ormai mi turba moltissimo e non ho assolutamente intenzione di lasciare il gruppo. Lo so forse me la sto prendendo troppo e sta diventando un problema psicologico, ma io non so più che cosa fare e non voglio assolutamente smettere.
L'unica cosa che faccio è cercare di ritardare l'orgasmo il più possibile nel senso che mi fermo e poi riparto e così via, ma anche se un po' funziona non è comunque sufficiente e poi oltretutto(anche se la cosa sembra una comica) i miei compagni per aspettarmi fanno la stessa cosa e il problema peggiora ancora di più. Non mi interessa se non pubblicherete la mia lettera ma gradirei anche se in maniera negativa una vostra risposta anche privata. scusate se mi sono dilungato troppo, ma era solo per far capire bene il mio problema.Vi ringrazio anticipatamente e mi raccomando come vi ho detto all'inizio cercate di continuare così e non smettete mai anche se purtroppo ci sono persone come me che non possono praticare la semeterapia in modo felice.

Ndr: caro Luigi, ti inviamo una risposta privata ma pubblichiamo la tua lettera nella rubrica esperienze perchè ci pare una testimonianza molto interessante per tutti i lettori.


L'esperienza di Daniele

Salve!
Tanto per iniziare vorrei fare i complimenti per il sito, davvero interessante. Sapevo degli effetti benefici del seme, ma non sapevo esistese la semeterapia. Sono un ragazzo di 28 anni, ho provato questa esperienza con una ragazza con la quale avevo una relazione da quasi un'anno. E' stata questa che ha rinfrescato quelle poche cose che sapevo sulle proprietà benefiche, sia cutanee che organolettiche, del seme umano. Nei numerosi sms che ci inviavamo descrivevamo spesso la realizzazione di questa pratica, ma senza poi realizzarla nei nostri incontri. In uno dei nostri ultimi incontri mentre la mia partner era intenta nella fellatio, un pò volutamente, un pò perchè non sono riuscito a controllarmi, le sono venuto in bocca. Lei ha gustato il mio seme dicendomi che aveva un buon sapore dolce. Per entrambi era la prima volta ed è stato favoloso. Purtroppo abbiamo preso la decisione di chiudere questa storia per altri motivi esterni a noi che avrebbero col tempo logorato e degenerato il nostro rapporto. Da un pò di tempo per colpa di una vita frenetica che sono quasi costretto a fare, soffro di una forma lieve di eiaculazione precoce che sto curando con esercizi vari, però penso che questa terapia possa aiutarmi di più. Aspetto i vostri consigli e soprattutto i contatti di qualche donna disponibile ad aiutarmi. A presto Daniele.



L'esperienza di "Skynor"

Sono capitato casualmente sul Vostro sito, non pensavo che anche in Italia esistessero tante persone che praticassero regolarmente questa affascinante disciplina\terapia. Sono un trentenne di Roma, ed ho conosciuto la semeterapia 8 anni fa', grazie ad una ragazza australiana con cui sono stato per 5 anni. Io ed Helen ci siamo messi insieme quando lei aveva 22 anni (si era appena trasferita in Italia per motivi di studio), ma in Australia praticava la semeterapia gia' da 3 anni. Mi spiegò che nel suo paese tale terapia è molto diffusa, tanto che ci sono delle vere e proprie Associazioni che la divulgano, spiegando con rigore scientifico ogni aspetto che la caratterizza. Helen mi convinse a provare, e dopo qualche mese di "esperimenti" iniziò a cenare una volta ogni due giorni (3 volte a settimana) utilizzando il mio seme come condimento (solo ed esclusivamente cibi "freddi", in quanto il seme "cucinato" perde quasi completamente le sue proprieta' benefiche). Dopo circa un anno conoscemmo una coppia di Latina che, come noi, praticava regolarmente la semeterapia. Entrammo subito in confidenza, tant'e' che dopo poco tempo, iniziammo a cenare tutti e quattro insieme una volta a settimana (il venerdì). In quelle circostanze, Helen e Paola si sbizzarrivano ad inventare ricette nuove ed originali da utilizzare per le cene (ma non solo: anche per cocktail alcolici e non alcolici, dolci, gelati, addirittura una volta lo provarono nel caffe', insieme a molto zucchero ed una punta di Mistr…). Purtroppo la storia e' finita da quasi 3 anni (Helen e' tornata in Australia...) , anche se di tanto in tanto continuo a frequentare la coppia di Latina... tuttavia non e' piu' la stessa cosa :) Comunque e' stata una bellissima esperienza, che mi ha permesso di conoscere una terapia quasi sconosciuta in Italia (ma molto praticata altrove), le cui proprieta' benefiche sono innumerevoli, e che oltretutto (e non e' poco!) e' anche divertente, soprattutto se praticata con una persona con cui si ha un grande affiatamento\feeling.



L'esperienza di "anonimo"

Sono un uomo di 50 anni e da poco più di un anno ho conosciuto una donna stupenda che gli piace da impazzire il sesso orale ingoiando il mio sperma questa è una cosa che la manda ai pazzi non credevo fino ad ora che fosse una cosa gradita ma pensavo fosse soltanto perversione.Mi sono ricreduto anche leggendo il Vostro forum.



L'esperienza di Gabriella

Ciao a tutti, mi chiamo Gabriella, ho 36 anni, vivo a Napoli e sono sposata da 8 anni. Un anno fa ero caduta in una profonda depressione, non avevo più fame e avevo perso quasi 10 chili. Anche con mio marito le cose non andavano più tanto bene. Poi mio marito, che aveva letto su una rivista un articolo sulla semeterapia mi ha convinta a provarla. E' stata favolosa! Ho ripreso la gioia di vivere, l'appetito e il peso che avevo perduto. Anche i rapporti sessuali sono molto più vivi e frequenti (a mio marito piace moltissimo venirmi in bocca). All'inizio ho fatto un po' fatica ad abituarmi al sapore, ma ora lo sperma mi piace moltissimo! non posso più farne a meno! Ciao a tutti.





Se volete contribuire anche voi a questo sito, inviateci le vostre esperienze al seguente indirizzo:
semeterapia@yahoo.it

MENU' PRINCIPALE








Semeterapia (c) 2016 - sito ufficiale dell'associazione semeterapia