SEMETERAPIA
La prima volta...


Come si comincia a praticare la semeterapia? Per caso, per curiosità, per inclinazione naturale? In questa pagina potrete leggere le storie vere di alcune nostre lettrici sulla loro "prima volta". Buona lettura.


La prima volta di Rosa

Allora tutto iniziò nel lontano.. oddio no dai devo fare troppi calcoli e poi nn mi va di dire gli anni.. cmq .. e qui fiokkeranno gli sgomenti e le frasi tipo "anatema su di te peccatrice" ecc ecc.. ma avevo quasi 15 anni quando per la prima volta la mia bocca ebbe un contatto ravvicinato del terzo tipo con un pisellino!
Il motivo ke mi ha spinta a farlo.. forse i miei geni da porcella erano già in via di sviluppo.. o ke so io.. no invece per spirito di emulazione! Si si spirito di emulazione! Verso ki.. bhe verso le altre ragazze più grandi di me ke sentivo parlare a scuola o nel gruppo con cui giravo allora! Sono sempre stata una ragazzina curiosa ( forse troppo ) fin da piccola.. e quindi mi sono detta: "loro si ed io no? Non sia mai detto!" e così è successo una sera d'estate ad una solita festa tra ragazzini alla fine della scuola!
Premetto ke ero vergine allora e gli unici contatti con il membro erano stati poki e manuali.. a ragazzini imburgniti come lo ero io.
Come Chicca mi era stato kiesto di prenderlo in bocca ma nn avevo mai voluto.. poi a forza di sentire le ragazze più grandi mi sono decisa a farlo anke io!
Risultato? Oddio .. ad essere sincera mi faceva un po' skifo e mi kiedevo ke piacere potesse dare ficcarsi in bocca quel pezzo di carne ke serve a fare la pipì.. marasma totale.. lo avevo davanti.. ke fare? Bho????? allora ok Rosa coraggio.. respiro.. apnea ( kissà poi perkè?) e modello calippo colpi di lingua! ed poi? mica devo morsicarlo!!?? No dai Rosa nn è così ke si fa! Nemmeno potevo kiedere al ragazzotto.. sai ke figura di merda?! Così alè avanti .. in bocca.. ma con labbra rigide modello passata di amido da stiro.. quasi nn toccava le labbra .. tutto sarà durato a dir tanto 3-4 minuti... poi la mia uscita rivolta al ragazzotto: " ok fatto ti è piaciuto?" E lui con uno sguardo pietoso da ki pensa "ma questa è fulminata".. mi disse compassionevole: Si si tutto ok!!"
UNA TRAGEDIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!
Sconvoltissima... e mille domande... "ma sono normale?" " Ma sono normali le altre?" "Ma si fa poi così?" e ritornai a casa!
A letto però qualke cosa si mosse... pensavo al tutto.. ma anke a quel fremito.. quel nn so ke ke mi aveva attraversato quando mi sono avvicinata con la bocca al cazzillo.. uhmmmm ..bho .. la notte porterà consiglio!
Quando vidi una mia amica più grande ( e più esperta se si può dire così ) le raccontai quello ke mi era successo.. mi sembrava di assistere alle comike con lei ke rideva a crepapelle ed io sempre più perplessa del suo stato mentale!
Finita la risata.. nn dico ke mi spiegò come farlo ma insomma ci siamo quasi.. ok ero pronta.. teoria 10+ .. ora l'esame pratico!
Stesso ragazzotto.. ma insomma .. seguendo i consigli della mia amica più grande andò meglio! Ricordavo quasi da manuale quello ke mi disse ed anke l'avvertimento finale "OKKIO ALLO SKIZZO!!!!!" Skizzo????? ma ki ci pensava poi allo skizzo stavo andando da dio.. e la cosa mi piaceva di gusto.. mi dicevo "MIIIIII Rosetta come sei brava.. sei uno spettacolooooooo" ma quando l'autostima era al culmine tanananannnnn come sul più classico dei film gialli il colpo di scena: lui lo prende in mano.. si sega mentre io l'ho in bocca ehhhhh .. il suo: "vengoooooo!!!" Gulp in boccaaaa appena sento il liquido mi ritraggo e lui finisce di skizzare al vento.. oddioooooo ke faccio.. ne ho in boccaaaaaaaaaaa panicooooooooo!
E li il primo istinto nn è stato di sputare..nooooo... ma di ingoiareeeee!
NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO cosa ho fattoooooooooo.. ed adesso? Mi farà male? Oddio vomito...skifissimoooooo!
Alè altre seghe mentali... e ke fare? Ritorno dalla mia amica ke dopo aver sentito e credo immaginato la scena riscoppia a ridere.. ma ke cazzo ti faccio così ridere??? E li a spiegarmi altre cose!
Ed alla sua domanda: "ma perkè lo hai ingoiato?" ed io ma ke cazzo ne so è andato giù! e lei ancora.. "ma almeno ti è piaciuto?" Ed io Nooooo .. ma sotto sotto era in Ni..... Da li tutto ebbe inizio...

Fine della puntata
Titoli di coda:
Interprete principale: Rosetta
protagonista maschile: Luca
Amica ( stronza ): Alessandra
Ringrazio il Comune di Bellaria-IgeaMarina per la gentile concessione della spiaggia dove è successo il tutto.. poi la mia mamma ed il mio papà ke quella sera nn andarono al cinema ma si divertirono ( spero ) facendo tanto sesso concependomi!
Ringrazio il mio manager.. e tutti quelli ke si sono adoperati per la realizzazione di questo evento storico... e tutti gli uccelli ke negli anni a venire si sono sacrificati facendo progredire la mia tecnica di pompinara.. se adesso sono qui lo devo anke a loro.. un GRAZIE di cuore a tutti! Vi voglio bene....
Rosa


La prima volta di Nikka

Era una sera d'estate quando decidemmo, io e Fancy, di fare il grande passo: il sesso fatto con la bocca.
Con Francesca avevo scoperto il sesso, ed assieme con lei avevo fatto i primi giochini erotici, il nostro rapporto era speciale, tutte e due frequentavamo i ragazzi, però ogni tanto ci piaceva ritagliarci dei momenti speciali solo per noi dove inevitabilmente finivamo per procurarci orgasmi reciproci, ma non per questo non ci sentivamo attratte dai ragazzi.
In quel periodo avevamo tutte e due il ragazzo ma non ci eravamo spinte più in la della masturbazione reciproca. Da un po' di tempo però Francesca mi confidava che il suo ragazzo insisteva perché lei glielo prendesse in bocca ed alla fine lei mi disse che aveva deciso che lo avrebbe fatto. Come sempre la mia amica faceva da rompighiaccio in fatto di esperienze con i ragazzi, provava per prima, mi raccontava come era andata, mi dava consigli e poi provavo anche io. Anche questa volta andò così.
Il giorno dopo della sua esperienza, mi raccontò tutto… mi disse che pensava peggio, ed il sapore del seme non era per niente male, però se io non me la sentivo di ingoiarlo mi raccomandò di tenere a portata di mano un fazzolettino di carta per evitare di sporcare dappertutto, un po' come quando masturbavamo i ragazzi.. mi disse che era stata una cosa brevissima che appena glielo aveva preso in bocca, il tempo di succhiarlo due o te volte che subito lui era venuto, perciò non poteva darmi consigli su come muovere la lingua e le labbra, insomma dovevo lasciare fare alla natura come si suol dire, un'idea me lo ero gia fatta vedendo una volta una cassetta porno, però ero lo stesso un po' emozionata, sarò all'altezza? Riuscirò a farlo godere?
Venne il giorno fatidico, e capitò a pennello proprio con S. Valentino. Quella sera eravamo tutti ad una festa e già lì ci eravamo "scaldati" abbastanza; non riuscivo a smettere di baciarlo e di strusciarmi contro di lui. C'era anche la mia amica Francy che ogni tanto mi lanciava sguardi di intesa maliziosi.
Ad un certo punto decisi di farmi accompagnare a casa, ero molto eccitata ed avevo voglia di fare sesso. Lui era più grande di me ed aveva appena preso la patente, perciò, con la macchina di suo padre ci appartammo, in un parcheggio di una ditta in disuso che noi ragazze chiamavamo "paradiso". Quando qualcuna diceva: "vado in paradiso" significava che andava a pomiciare in quel luogo. Uscivo con quel ragazzo da circa un mese e fino a qull'ora non mi aveva chiesto prestazioni particolari, io ero vergine ed avevo il terrore di rimanere incinta perciò il sesso tra noi era limitato al petting, ma in bocca lui non me lo aveva ancora chiesto. Ebbene quella volta decisi di prendere l'iniziativa, volevo provare anche io quello che aveva già fatto la mia amica.
Dopo i primi baci, lui iniziò subito ad infilare la mano sotto il mio golf, spostò in su il reggiseno ed iniziò a stuzzicarmi un capezzolo, io con una mano gli slacciai i jeans a gli abbassai la cerniera, lui allora come al solito a sua volta mi slacciò i pantaloni, ma a quel punto gli chiesi di stare fermo un minuto che avevo una cosa per lui. "che cosa?" mi chiese, "niente, un regalino per S. Valentino, stai tranquillo e lasciami fare…" gli risposi. Lui ce lo aveva già bello duro (come sempre), glielo estrassi dagli slip e con la mano iniziai a fare su e giù lentamente, lui chiuse gli occhi e si rilassò. Il suo membro era caldo e duro, facevo scivolare la pelle in basso scoprendo la punta e poi la facevo risalire sopra, lo avevo gia fatto altre volte e sapevo che se avessi aumentato il ritmo lui avrebbe schizzato fuori il suo seme. Quando avvertii il suo respiro che si stava facendo profondo, mi chinai a baciare il suo pene. Lui sollevò il capo e sospirando mi disse "si si dai, così mi piace, non fermarti" allora mi decisi e partii con il "regalo di S Valentino": Lo presi tra le labbra, prima solo la punta, poi succhiando, automaticamente mi entrò tutto in bocca, non aveva un sapore particolare, mi piaceva sentire quella parte del suo corpo diventare durissima in bocca, succhiavo ed andavo su e giù con le labbra strette intorno al suo bastone. Dopo un po' che facevo scorrere in bocca il suo pene, mi ricordai di usare anche la lingua e mi ritrassi per poterlo leccare intorno alla punta (dove c'è il filetto, mi aveva raccomandato Francesca) ma proprio in quel momento lui ebbe un sussulto ed uno schizzo caldo mi colpì il palato che mi prese alla sprovvista, mandai giù quello che avevo in bocca ma poi ero indecisa sul da farsi e rimasi li a guardare come incantata quel seme che schizzava dappertutto, ormai il disastro era fatto, istintivamente cercai di fermare quegli schizzi con una mano poi ripresi il controllo e lo presi ancora in bocca, ormai aveva quasi finito di eiaculare, comunque feci in tempo ad assaporare le ultime gocce del seme che sgorgava da quel forellino del pene, un sapore che non avevo mai provato… lo continuai a succhiarlo fino a quando divenne più piccolo e molle, e devo dire che non mi dispiaceva la sensazione di quella cosa molle in bocca che mi divertivo a giocarci con la lingua mentre lo tenevo stretto con le labbra, mi sentivo una "maialina" ed ero contenta per essere riuscita a farlo godere in quel modo. E ne ebbi la conferma perché lui mi disse che era stato il più bel regalo di S. Valentino della sua vita. Unico inconveniente molto del suo seme mi era finito tra i capelli e sui vestiti, una faticaccia cercare di ripulirmi al buio in macchina..


La prima volta di Lia

Allora.. scusate il ritardo... quindi si parlava del primo pompino...
diciamo subito che c'è primo pompino e primo pompino... io ne ho avuto tre di primi pompini e dico così perchè per me sono state tre esperienze, seppur legate fra loro, diversissime.
Andiamo in ordine strettamente cronologico.
La prima volta in realtà non si è trattato di un vero pompino però è stato il primo contatto di un pisello con la mia bocca.
A dire il vero non ho avuto i problemi teorici di Rosa etc. e la ragione è semplice. Fin dai tempi delle medie con mio fratello e i miei cugini (che vivono qui vicino e quindi ci si frequentava spesso) ci ritiravamo per fare i compiti anche se in realtà il cugino più grande (14 anni ai tempi) portava sempre videocassette o giornalini porno (ricordo ancora con orrore il mio primo filimino... Cicciolina e le banane l'artistico titolo dell'idimenticata opera) e guarda questo un giorno e guarda quello un altro, si finiva sempre a parlare (solo parlare) di sesso, delle nostre scarse esperienze, etc, anche se i maschietti vantavano storie che neanche John Holmes.
Poi arrivò l'estate.. vancanza in Sardegna ma dei quattri cugini solo due vengono "reclutati". Ovviamente io e il più giovane degli altri due (12 anni io e 12 lui). Non che sia successo un gran che però nel viaggio di andata ci siamo ritrovati una cabina della nave per noi due soli e la notte, senza i genitori, i discorsi sono finiti sempre sulle stesse faccende.
Non so bene spiegare i motivi ma eravamo eccitatissimi (forse la prima occasione di trasgredire o chissà cos'altro) tant'è che quando lui mi ha chiesto di fargli vedere le tette ho accettato, e poi una mano qui e una mano li siamo finiti a essere nudi tutti e due e lui ha chiesto di prenderglielo in bocca e io ci sono stata. Mi sono inginocchiata ai piedi del letto e chiusi gli occhi e tirato un bel respiro l'ho fatto (anche se in realtà non ero molto convinta) tutto in boccone. Me lo sono tenuto li fermo sulla lingua per... saranno stati 15 secondi... poi i miei rimorsi di bimba hanno avuto il sopravvento e mi sono alzata di corsa dicendo "che schifo!!!", e una parte di me lo pensava davvero ma un'altra no... e questa alla lunga ha avuto il sopravvento.
Il secondo "primo pompino" è arrivato a un'età un po' più consapevole e, seppur fatto con intenzioni più serie in realtà non mi ha dato nemmeno un decimo delle emozioni di quello appena descritto.
Allora avero 18 anni (sei anni senza un cazzo in bocca... mai più passato un periodo così lungo) e un ragazzo da circa 8 o 9 mesi che mi implorava... prima abbiamo fatto l'amore alcune volte (è con lui che ho perso la verginità) e poi tanto ha insistito che gliel'ho fatto. Eravamo in macchina e l'ho preso in bocca tentando di imitare quelle dei filmini... Insomma la cosa è stata un po' così.. andando a tentoni diciamo che qualcosa ho combinato... qualche colpo di lingua li e qualche risucchio ogni tanto... Lo abbiamo fatto per diverso tempo ma non l'ho mai fatto venire in bocca. Dopo qualche minuto mi stufavo. Non riusciva a darmi emozioni, lo facevo solo perchè non mi costava niente e a lui faceva piacere ma la cosa non mi dava poi tanto gusto.
Le cose sono andante avanti cos per qualche anno, non sempre con lo stesso ragazzo, ma facendo pompini senza passione.
Poi è arrivato, circa un anno e mezzo fa, colui che ha cambiato tutta la mia vita da questo punto di vista. Isieeme abbiamo fatto di tutto e dopo il primo pompino mia ha detto: "ma questo cos'è, non voglio offenderti ma senza il cuore questo non sarà mai un trombolotto (lui li chiama così!!!!) come si deve. E mi ha spiegato il concetto di passionalità in pratica... alla fine del discorso ero talmente presa che ho fatto il mio promo pompino con ingoio... e alla fine ne volevo ancora, volevo sentirmi sua e volevo il suo seme in bocca e addosso... non mi riconoscevo più ma da quella sera credo di essere cambiata e nei mesi successivi la mia piccola rivoluzione è proseguita liberandomi di tutte le mie antiche fisse e paure...

Un bacio a tutti
L!


La prima volta di Chicca

comincio io o almeno dico come é andata a me, credo di averne già parlato, forse con Rosa o con Monica, io ho cominciato a sedici anni col primo ragazzo ma non sio dico che fosse un disastro però quasi, io ero innamomorata e timida, disponibile e incerta, lui quasi mi supplicava, mi implorava tirandosi fuori il coso che lo prendessi in bocca e io facevo, però ero imbranata; lui finiva prestissimo e io ci restavo più che altro sconcertata, fosse andata avanti a lungo credo che avrei odiato il sesso orale tanto mi scocciava.
Invece ci fu il primo "tradimento" e l'altro era davvero scafato, sapeva quello che voleva, insomma non implorava, me lo schiaffava in bocca, prendere o lasciare, solo che poi mi diceva adesso lecca, adesso con la lingua, succhia, adesso gira intorno, era un piccolo maestro e sapeva durare a lungo, così fin dalla prima volta con lui capii che poteva essere tutta un'altra cosa e accolsi con gioia il suo seme nella mia bocca, sembrava perfino diverso, profumato direi. ciao da chicca ---




E la vostra prima volta com'è stata? Diventate anche voi protagoniste, scriveteci e pubblicheremo la vostra storia.
semeterapia@yahoo.it

MENU' PRINCIPALE








Semeterapia (c) 2015 - sito ufficiale dell'associazione semeterapia