Telogen Effluvium Protratto e Cronico

il telogen effluvium protratto ed il telogen effluvium cronico sono condizioni di eccessiva caduta dei capelli perdurante nel tempo oltre i tre mesi. Interessano quasi esclusivamente il sesso femminile.

Cause del telogen effluvium protratto e cronico

i capelli hanno un loro specifico ciclo vitale con un'alternanza di fasi, le principali sono: anagen: fase di crescita
catagen: fase di involuzione
telogen: fase di ricambio (caduta del capello vecchio e sostituzione con quello nuovo).
Nella specie umana i capelli vanno in fase di ricambio in modo asincrono (cioè non tutti insieme) altrimenti si verificherebbe una "muta" come avviene per il pelo di molti animali.
Tuttavia diverse condizioni possono spingere molti follicoli in fase di ricambio, ad es. il cambiamento di clima e di stagione, squilibri e carenze alimentari, condizioni psico-fisiche stressanti, malattie debilitanti, e soprattutto disordini ormonali.
Molto importante è la valutazione dell'assetto ormonale, specialmente degli ormoni tiroidei e degli ormoni sessuali.
Infatti i bulbi dei capelli, come anche i follicoli della pelle e le ghiandole sebacee reagiscono agli ormoni avendo degli specifici recettori.
Una eccessiva stimolazione ormonale puo' causare aumento della seborrea (produzione di sebo) con la conseguenza che la pelle risulta piu' grassa ed i capelli si sporcano piu' velocemente, inoltre si puo' manifestare un aumento della caduta dei capelli (nel telogen effluvium protratto o cronico), diradamento e riduzione del calibro (capelli piu' sottili nell'alopecia androgenetica femminile) ed al contrario potrebbe manifestarsi un aumento dei peli superflui.
Raramente tutto questo e' conseguenza di un problema ormonale importante, come una disfunzione di una o piu' ghiandole endocrine (ad esempio ovaio, surrene etc.) nella maggior parte dei casi invece il problema deriva da una semplice alterazione dell'equilibrio ormonale, derivante da una inadeguata attività sessuale, in donne geneticamente predisposte. Infatti l'espressione e la sensibilita' dei recettori sono regolati, come accade spesso nei sistemi ormonali, dalla funzione con un meccanismo di feed-back e da un complesso di sostanze regolatrici.
Una scarsa o inadeguata attivita' sessuale determina una iperespressione e una ipersensibilita' dei recettori, con la conseguenza che i sintomi compariranno anche in presenza di un tasso ormonale ematico nei limiti della norma. Molte sostanze con azione regolatrice sono contenute nello sperma (ad esempio le ammine aromatiche spermina e spermidina, le prostaglandine, la serotonina, l'ossitocina etc.) e vengono assorbite durante i rapporti sessuali. E' evidente dunque che se i rapporti sono poco frequenti o se vengono utilizzati metodi contraccettivi di barriera che evitano il passaggio dello sperma, si determinano le condizioni per lo sviluppo di un'alopecia progressiva, dell'acne ormonale e di tutte le altre patologie correlate.
Inoltre la spermidina ha dimostrato un'efficacia diretta di stimolo sul bulbo del capello e di riduzione della caduta ed e' utilizzata da anni con successo in famosissimi integratori per i capelli.

Segni e sintomi: come si manifesta il telogen effluvium protratto e cronico.

Le donne che ne sono colpite notano una forte perdita di capelli, oltre 100 al giorno, specialmente durante le normali operazioni di cura della capigliatura (shampoo, spazzolatura) ma capelli caduti si trovano anche sugli abiti e sui cuscini.
Non sempre sono presenti altri sintomi quali prurito, tricodinia (sensazione fastidiosa del cuoio capelluto) o lieve irritazione locale.

Rimedi e cure per il telogen effluvium cronico e protratto

prima di tutto e' necessario escludere che ci siano delle patologie che causano il problema.
Bisogna quindi rivolgersi al proprio medico curante o meglio ancora al dermatologo di fiducia che consiglieranno eventuali accertamenti (ad esempio esami del sangue o esami strumentali). In alcuni casi il medico potrebbe prescrivere una breve terapia corticosteroidea locale o sistemica, essenziale è poi la correzione di eventuali patologie concomitanti (ad es. se vi e' un'anemia questa dovra' essere curata).
Molto usati sono gli integratori complessi che solitamente contengono amminoacidi solforati (come cistina e metionina), biotina, spermidina, ferro, rame, zinco.
Altro rimedio spesso usato e' la pillola anticoncezionale, che svolge due importanti funzioni:
1) riduce l'attività funzionale ovarica livellando gli sbalzi ormonali del ciclo
2) consente di avere rapporti sessuali non protetti da metodi anticoncezionali di barriera, e quindi di assumere una sufficiente quantità di sostanze regolatrici dallo sperma.
Secondo la medicina naturale i rimedi per ridurre l'entita' del telogen effluvium e soprattutto per evitare che evolva verso un'alopecia diradante sono:
-alimentazione sana e bilanciata, evitare il fumo, bere abbondantemente.
-Te' verde e semi di zucca, estratti di piante come la serenoa repens o l'ajuga perstans (questi ultimi devono essere però consigliati dal medico o dal naturopata)
-regolare attività sessuale e regolare assunzione dello sperma.
Nelle donne che non possono assumere la pillola (ad esempio perchè controindicata o per scelta personale) l'assunzione dello sperma può avvenire attraverso i rapporti orali.
-regolari ritmi sonno/veglia (anche la melatonina prodotta dall'ipofisi influisce sul ciclo del capello)
Se curato come sopra riportato il telogen effluvium cronico non porta quasi mai all'alopecia diradante; tuttavia si mantiene una caduta di capelli superiore alla norma per un elevato turnover (ricambio) dei capelli che quindi tenderanno a rimanere più corti (non riusciranno a raggiungere lunghezze elevate perchè cadranno prima per essere sostituiti).





MENU' PRINCIPALE